domenica 26 aprile 2009

26 aprile 2009


Il libro che oggi sottopongo alla vostra attenzione non farebbe propriamente parte dell'attuale boom di ristampe, ma si può considerare un volume "limitrofo".
Si tratta, in effetti, non di un libro di ristampe, ma di un incrocio tra un art book, un how-to book e una autobiografia.
The Prince Valiant Page è opera della Flesk Publications (editrice soprattutto di libri d’Illustrazione) ed è un bel libro di 112 pagine in bianco e nero (ma con tre paginoni estensibili a colori), cartonato in tela nera con sovraimpressioni in oro e sovracopertina a colori, in formato cm 23x30,5 e prefazionato da Mike Mignola e Robert Wagner (con tutto il rispetto, quest’ultima prefazione è assai poco relativa al tema del libro) per $29.95.
In esso, Gianni ci racconta (con dovizia di immagini) la sua carriera di fumettista e illustratore, il suo rapporto con John Cullen Murphy (di cui fu assistente e alla cui memoria è dedicato il volume) e il suo lavoro sulla serie del PRINCE VALIANT in coppia con Mark Schultz.
Accanto a tutto ciò, Gianni ci introduce nel suo processo creativo, mostrandoci strumenti di lavoro, schizzi preparatori, foto di riferimento, matite ed altro, confrontati con le pagine finali (naturalmente riprese dagli originali).
Una gustosa curiosità sono le tre centerfolds colorate da Jim Keegan con una campionatura di colori ripresa da tavole del PRINCE VALIANT degli Anni ’40, che quindi offre la possibilità di vedere le attuali pagine di Gary Gianni come sarebbero apparse se fossero state pubblicate 60 annetti fa.
Un bel libro, magari da affiancare al recente volume di ristampe del PRINCE VALIANT di Schultz e Gianni (Far from Camelot) della Andrews McMeel Publishing.

martedì 21 aprile 2009

oumpah-pah 5


E con questa scheda si chiude la rassegna.
Spero sia stata interessante.

lunedì 20 aprile 2009

domenica 19 aprile 2009

sabato 18 aprile 2009

Fumetto 62


#62 - maggio 2007 - 72 +8

Copertina: Luca Salvagno


Al crocevia tra cinema e fumetto western (Luciano Tamagnini)

GABBY HAYES: e la corsa all’oro (fumetto)

La stella e la corona breve - Storia delle strice western britanniche (Alberto Becattini) GUN LAW – HARRY BISHOP – MATT MARRIOT – JIM EDGAR – TONY WEARE – WES SLADE – GEORGE STOKES – GARTH – FRANK BELLAMY

WES SLADE: Agguato ad Ochoa Spring (fumetto di George Stokes)

Uno, nessuno, centomila [episodi] - Metafora di un’intera saga (Gianni Brunoro) RICK O’SHAY – STAN LYNDE

Rick O’Shay di Stan Lynde (Marcello Vaccari)

L’O.K. Corral di Tombstone (Renato Rizzo) RINO ALBERTARELLI – BLUEBERRY – JEAN GIRAUD

Luca Salvagno, talentuoso poliglotta della letteratura disegnata (Luigi Marcianò)

Cronologia di Luca Salvagno (Luigi Marcianò)

Brenda Starr: una striscia al femminile (Alberto Becattini) DALE MESSICK

BRENDA STARR: 30 giugno / 1 settembre 1940 (fumetto di Dale Messick)


INSERTO: Franco Caprioli e il Fumetto inglese (a cura di Fulvia Caprioli)

Caprioli in Inghilterra (Fulvia Caprioli)

GLI ARGONAUTI (fumetto di Franco Caprioli)

Guarda e impara, un consiglio utile (Paolo Gallinari – Steve Holland) LOOK AND LEARN

Gli autori (Paolo Gallinari) SEVERINO BARALDI – GERRY A. EMBLETON – RONALD SYDNEY EMBLETON – DAN ESCOTT – PETER CHARLES GEOFFREY JACKSON – DONALD SOUTHAM LAWRENCE – BARRIE R. LINKLATER – ANGUS MCBRIDE – FORTUNINO MATANIA

Cose rare e preziose del magico universo prattiano (Antonio Carboni) HUGO PRATT

Programma per il futuro: resstere (Paolo Gallinari) EDO CHIEREGATO – BILBOLBUL – HAMELIN

Capitan Caribe: perplessità e certezze (Gianni Brunoro) DINO BATTAGLIA – MISTERIX

CARIBE: Il Capitano Maledetto (fumetto di Héctor Germán Oesterheld)

Una peculiare testimonianza (Giulio C. Cuccolini) ANNA E. MELLINI – MARIONETTE BIANCHE E NERE

Una matita con il sorriso (Silvio Costa – Luciano Tamagnini) MASSIMO BONFATTI

venerdì 17 aprile 2009

giovedì 16 aprile 2009

mercoledì 15 aprile 2009

Oumpah-Pah 0


Le edizioni Albert-René (e la Mondadori dietro loro) pubblicarono qualche anno fa la ristampa integrale delle avventure di OUMPAH-PAH LE PEAU-ROUGE sotto la dicitura "Astérix presenta il suo grande fratello Umpa-pà il pellerossa", per cui io feci anche le schede di questo personaggio.
Naturalmente un "grand frère" non si sarebbe dovuto tradurre "grande fratello", ma piuttosto "fratello maggiore"...

martedì 14 aprile 2009

lunedì 13 aprile 2009

astérix 32


Questa scheda offre l’occasione per alcune precisazioni.

Prima di tutto sarebbe l’ultima scheda, ma, come vedrete, ne avremo ancora.

Poi, ci permette di datare tutte queste schede (le scrissi nel 2005).

Ma, soprattutto, è stata scritta pensando che “Quando il cielo gli cadde sulla testa” sarebbe stata l’ultima storia di Astérix.
Così credevo per varie allusioni di Uderzo, tra cui la famosa copertina ribaltata (quella di questo volume è il ritratto speculare della prima copertina).


Oggi sappiamo che non sarà così: un nuovo Astérix di Uderzo sarà pubblicato ad ottobre di quest’anno, in concomitanza con le celebrazioni dei 50 anni del personaggio.
Ma la grande sorpresa non è l’annuncio di un altro album: Uderzo, dopo aver ribadito per 30 anni che, dopo di lui, non ci sarebbero state più nuove storie di Astérix, ha mutato avviso ed ha venduto la sua casa editrice alla Hachette (ora sola proprietaria dei diritti di stampa delle avventure del piccolo gallo e futura produttrice delle prossime avventure).
Vista ormai la certezza che una prosecuzione delle avventure di Astérix ci sarà, posso solo sperare che si rispetti il personaggio.

LUCKY LUKE sembra aver avuto questa fortuna (ma, adesso, già si parla di moltiplicare le uscite con nuove squadre d’autori e c’è da sperare che l’avidità non rovini tutto).

SPIROU, invece, paga da anni delle scelte editoriali sbagliate e, dopo un lungo periodo di coma in cui l’aveva spedito il duo Tome e Janry (di cui, come avrete capito, non sono il portabandiera degli estimatori), ha già visto licenziare la sua nuova squadra d’autori (Morvan e Munuera hanno ceduto il passo a Vehlmann e Yoann), oltre alla nascita di una collana parallela di speciali (Un'aventure par...), che si è dimostrata superiore, sia per numero di uscite che per qualità artistica, alla serie canonica.

D’altra parte, Uderzo, pur non avendo iniziato male la sua ripresa “a solo” di Astérix, negli ultimi anni si è perso in sceneggiature sempre più deboli ed infantili, tra semplici accozzaglie di gag e idee degne piuttosto di una fan-fiction, fino ad arrivare ad un ultimo tomo talmente insipiente da creare imbarazzo nel lettore di vecchia data.

Intanto, facciamo scongiuri per l'albo di ottobre...

domenica 12 aprile 2009

sabato 11 aprile 2009

venerdì 10 aprile 2009

giovedì 9 aprile 2009

mercoledì 8 aprile 2009

martedì 7 aprile 2009

lunedì 6 aprile 2009

domenica 5 aprile 2009

sabato 4 aprile 2009

venerdì 3 aprile 2009

giovedì 2 aprile 2009

mercoledì 1 aprile 2009

Il ritorno di Starnutino


Una casa editrice che, pur inseribile all’interno del boom delle ristampe di fumetti sindacati, va controcorrente è la Sunday Press. Difatti, in un momento in cui la “cronologia integrale” sembra la regola, questa casa editrice si concentra su grandi volumi antologici.
E quando dico grandi...
I loro volumi fino ad ora editi ristampano pagine domenicali nello stesso formato in cui furono originariamente presentate (grandi come il foglio di un quotidiano).
Abbiamo avuto volumi su LITTLE NEMO IN SLUMBERLAND e GASOLINE ALLEY, ma il libro di cui mi accingo a scrivere è dedicato ad un personaggio “minore” di Winsor McKay, LITTLE SAMMY SNEEZE (che i cultori del vecchio Corriere dei Piccoli ricorderanno come STARNUTINO).
Il volume, curato da Pete Maresca e disegnato da Philippe Ghielmetti, vanta prefazioni di John Kanemaker, Thierry Smolderen, Jeet Heer, Gene Kannenberg Jr. e Dan Nadel.
Si tratta di un cartonato (ma senza dorso) a colori, di 96 pagine, cm 28x40,5 (il formato “piccolo” è dovuto al fatto che vengono ristampate delle half-pages), per $55.
Sono presentate 43 tavole a colori (dall’11 settembre 1904 al 16 luglio 1905) e ogni tavola è stampata su una pagina dispari, avendo sul retro una tavola (in bianco e nero) di una serie d’epoca. Tra queste abbiamo THE WOOZLEBEASTS e THE UPSIDE DOWNS di Gustave Verbeek e tutti i 27 capitoli della saga THE STORY OF HUNGRY HENRIETTA dello stesso McCay.
L’idea brillante è che, prendendo i fogli originali del New York Herald dove LITTLE SAMMY SNEEZE era pubblicato, sul retro avremmo trovato un’altra serie in bianco e nero (proprio quella che Maresca ha inserito nelle pagine pari del libro).

Si tratta di un gran bel volume, ma viene da chiedersi se, al posto dei pur interessantissimi personaggi usati come retro di pagina, non sarebbe stato meglio offrire una ristampa integrale della serie (in fondo andò avanti solo dal 24 luglio 1904 al 31 dicembre 1905).